Vogliamo molto bene ai nostri amici gatti ma quando fanno la pipì fuori dalla lettiera mettono davvero a dura prova il nostro affetto!

La pipì di gatto ha un odore molto intenso e fastidioso e va pulita in fretta per evitare che si assorba nei tessuti o nel pavimento.

Pulire la pipì di gatto dal pavimento

Per pulire la pipì di gatto dal pavimento puoi usare aceto bianco diluito al 50% con acqua, oppure passare con acqua e bicarbonato. Per una pulizia più profonda, prima di lavare puoi cospargere l’area interessata con del bicarbonato, lasciare in posa per un’oretta e poi pulire come descritto sopra.

Se il pavimento è in marmo è probabile che la macchia rimanga, dato che la pipì di gatto è corrosiva. Non scoraggiarti e armati di pazienza, dovresti riuscire a far sparire la macchia con diverse passate successive di cera.

Pulire la pipì di gatto dai tessuti

Se devi pulire la pipì di gatto dai tessuti, prima di tutto assorbi il più possibile l’urina con della carta casa o con uno straccio. Poi, pulisci con aceto bianco diluito in acqua al 50% e cospargi la macchia con del bicarbonato. Lascia agire per un’oretta, poi aspira o spazzola e infine sciacqua di nuovo con acqua e aceto o acqua e bicarbonato.

Non usare mai l’ammoniaca perché l’urina del gatto ne contiene e quindi rischi che il micio sia spinto dall’odore a ripetere il suo comportamento negativo proprio dove hai appena finito di pulire.

Per lo stesso motivo, è importante pulire bene e tempestivamente la pipì di gatto affinché il micio non ne avverta più l’odore e non gli venga voglia di rifarla nello stesso punto.

Puoi anche cercare di prevenire il problema, evitando che il gatto faccia pipì fuori dalla lettiera.