Press enter to see results or esc to cancel.

Come progettare una casa facile da pulire

Se stai ristrutturando e arredando la casa o anche solo una stanza, tra i vari aspetti da considerare nella scelta di materiali, mobili, ecc. c’è quello della praticità e velocità a tenere pulito e in ordine.

Abbiamo già abbastanza cose da fare, la casa dovrebbe essere un’alleata e non un’ennesima fonte di lavoro senza fine. Io la chiamo “casa a bassa manutenzione”. Se anche per te la facilità a tenere in ordine e pulire è un elemento importante e prioritario nelle decisioni legate a ristrutturazione e arredamento, ecco alcune indicazioni che potrebbero esserti utili:

 

Pavimenti
Un materiale fantastico per i pavimenti è il gres porcellanato: è molto resistente, non è poroso quindi non si macchia facilmente ed è molto facile da pulire. Lo trovi in tantissime versioni e colori e potrai quindi scegliere quello più adatto alla tue esigenze. Se il fondo e il materiale sono perfetti (senza scheggiature e imperfezioni) potrai valutare insieme al piastrellista se montare il gres porcellanato anche senza fughe. Nel caso non fosse possibile, per le fughe scegli un colore uguale o vicino a quello del pavimento.
Tra i colori da scegliere per il pavimento, meglio evitare il bianco o il nero e dare la preferenza a tinte sabbia o simili.

Evita le moquette e metti i tappeti solo se ti piacciono davvero molto per arredare (li vedi in negozio e te ne innamori, ma poi li dovrai tenere puliti per sempre!). Se hai dei bimbi piccoli che giocano per terra puoi valutare l’acquisto di tappeti in PVC, li trovi anche a metro ad esempio per la cucina e sono super pratici.

 

Cucina
Il piano cottura è una delle cose più fastidiose da pulire, per questo scegliere un piano cottura ad induzione ti farà risparmiare un sacco di tempo e fatica!

Per il lavello, scegli modelli in acciaio antigraffio oppure in materiali sintetici (composti da pietre naturali e resine), evita invece la ceramica che rischia di sbeccarsi con gli urti.

Per il top della cucina le possibilità sono tante. Eviterei la ceramica, troppo delicata, e il legno, bello ma alla lunga poco igienico. Tra le opzioni consigliate: okite, corian o laminati. Tra i colori: sconsigliato il nero, dai la preferenza alle tinte chiare.

Posiziona il forno ad “altezza persona”, sarà molto più comodo usarlo e anche pulirlo, e se possibile scegli frigorifero e lavastoviglie non da incasso, sarai più libero quando dovrai sostituirli.

 

Bagno
I sanitari sospesi sono belli e ti permetteranno di pulire il pavimento molto più velocemente!

Nella scelta delle pareti del box doccia meglio evitare cristallo e vetro trasparente, belli ed eleganti ma fastidiosi da tenere puliti perché le goccioline d’acqua si notano tanto e sembrano sempre sporchi. Le pareti in cristallo e vetro trasparente con il trattamento anti calcare sono più funzionali ma non proprio economiche. La cosa migliore è scegliere cristallo o vetro temperato e zigrinato, in cui le goccioline si noteranno meno.

 

Mobili
Cerca di evitare ripiani e mobili in cristallo, che sono di nuovo sporchi un attimo dopo che hai finito di pulirli! Evita o riduci le mensole e dai la preferenza a mobili con armadietti chiusi, eventualmente con vetrinetta.

In cucina, soggiorno, nelle camere e nei bagni, scegli mobili lisci, che torneranno subito puliti con una semplice passata. Evita i colori scuri, soprattutto il nostro peggior nemico ma grande amico della polvere: il laccato nero!
Anche per le porte, scegli superfici lisce e materiali facili da pulire.

Nella scelta di divano e poltrone dai la preferenza a modelli sfoderabili, oppure in materiali facilmente lavabili o in tessuto antimacchia.
Letto e divano è meglio se li scegli alti, per pulire sotto più agevolmente anche utilizzando un robot tipo Roomba, oppure scegli dei modelli proprio appoggiati a terra.

Se non opti per il riscaldamento a pavimento scegli termosifoni semplici e lisci, che potrai pulire velocemente. Infine, per le finestre, meglio le tapparelle rispetto alle persiane.

Comments

1 Comment

Elena

Bel contributo! In una zona giorno aperta, il tappeto aiuta molto a definire la zona salotto… ma con due bimbi piccoli e un cane, ho già buttato due tappeti in un anno. Mi sa che stiamo meglio senza per qualche anno.


Leave a Comment

Sono progetti di maneiro.co 2014 - 2018 | IT04145570265