I gatti di casa sono molto abitudinari e amano i propri posticini, per questo il trasloco è spesso un momento molto stressante nella vita del nostro gatto.

Vediamo allora qualche passo da seguire per un trasloco felice con il proprio gatto.

Come traslocare con un gatto:

1. Porta il gatto quando è tutto pronto

Se possibile, porta il gatto nella nuova casa una volta terminati eventuali lavori di ristrutturazione e dopo aver sistemato tutti i mobili e le tue cose.

Nel frattempo, fai in modo che nella vecchia casa il gatto abbia un posticino tranquillo in cui si senta sicuro e da cui senta/veda il meno possibile del trasloco in corso.

2. Prepara la nuova casa per il gatto

Prepara la casa nuova in modo che sia funzionale e piacevole anche per il gatto.

Ad esempio, sistema la lettiera in un posto tranquillo e riservato, prepara dei bei posticini dove possa dormire posizionando il suo cestino in un angolo caldo e tranquillo della casa, oppure mettendo la sua copertina sul divano, in base a come è abituato.

Infine posiziona le sue ciotole per la pappa e l’acqua, il tira graffi, i giocattoli, ecc.

3. Accompagna il gatto nella nuova casa

Quando tutto è pronto, porta il gatti nella nuova casa, sistemandolo inizialmente in una stanza con la sua cuccia o copertina, in modo che senta il suo odore e possa iniziare ad abituarsi al nuovo ambiente un po’ alla volta. Io avevo messo anche la lettiera e una ciotolina con l’acqua ma ho visto che lui era troppi nervoso per usarle…

Coccolalo e cerca di rassicurarlo con la tua voce e le tue carezze, è importante che ti senta vicino.

Dopo un po’ apri la porta della stanza e lascia che si muova liberamente per la casa. Io all’inizio avevo tenuto chiuse le porte di alcune stanze, per fargli esplorare la casa un po’ alla volta.

4. Un aiuto in più: il Feliway

Puoi anche valutare l’acquisto del Feliway, una copia sintetica del feromone felino facciale usato dai gatti per marcare il territorio, per sentirsi sicuri e tranquilli.

Il Feliway è venduto nella versione con diffusore da attaccare alla parete oppure in versione spray. Non è detto che funzioni per il tuo gatto e inoltre costicchia quindi valuta tu se fare questo investimento per il tuo gatto, io ci ho provato e male non fa.

Potresti sistemare il diffusore nella stanza dove il gatto trascorre più tempo, e usare lo spray in alcuni punti della casa, ad esempio sulle cornici delle porte all’altezza della schiena del gatto (dove lui di solito si struscia per segnare il territorio).

Con un po’ di pazienza vedrai che tutto andrà bene! I gatti sono abitudinari ma con il tempo possono anche abituarsi a una situazione diversa e apprezzare i lati positivi della nuova sistemazione.