Press enter to see results or esc to cancel.

Come crescere un bebè a costo zero

Bebè a costo zero è il titolo di un libro che vuole aiutare e far riflettere i neo genitori sulle cose che servono davvero per crescere un bambino.

Se aspetti un bimbo, in particolare se è il primo, ti starai sicuramente chiedendo quali sono le cose che devi comprare durante la gravidanza e per il piccolo in arrivo, per poterlo accudire nel modo corretto e soddisfare al meglio le sue esigenze (nanna, igiene, pappa, sicurezza, gioco e altro). Ti avranno detto che mantenere un bambino costa molto, e infatti i prodotti per la prima infanzia sono davvero tantissimi e non è facile, soprattutto all’inizio, capire quali sono le cose indispensabili, utili o superflue.

Per chiarirti le idee, oltre a un confronto con altre mamme che potranno consigliarti su cosa è stato utile o meno utile in base alla propria esperienza, senz’altro potrà esserti d’aiuto leggere il libro Bebè a costo zero (nuova edizione 2016).
La tesi di base del libro è che l’unica cosa che serve davvero ai bimbi piccoli per crescere bene è la vicinanza dei genitori! Come non essere d’accordo! Prende poi in esame i vari aspetti del prendersi cura di un neonato (allattamento e svezzamento, igiene, gioco, ecc.) e suggerisce tante idee su come organizzarsi con quello che si ha già in casa oppure sulle alternative più economiche riguardo i prodotti da acquistare.

Mi è capitato di leggere il libro avendo già due bimbi piccoli, quindi molte cose le avevo già dovute imparare sulla mia pelle, anche sbagliando, ma penso che per una neo mamma o un neo papà possa essere molto utile.
Alcune indicazioni a volte sono un po’ troppo estreme, nel senso che è vero che molte cose non sono indispensabili, ma alcune sono davvero utili a semplificare la vita o a far risparmiare tempo, per questo credo sia importante che ognuno si regoli in base alle proprie esigenze valutando costo / beneficio della spesa.

Ad esempio, allattando con latte artificiale per noi lo sterilizzatore è stato un ottimo acquisto, dovendo sterilizzare durante i primi mesi diversi biberon al giorno. Si può fare anche alla vecchia maniera con acqua bollente ma con un neonato da accudire il tempo è già poco, se si riesce a ottimizzare qualcosa è solo un bene!
O ancora, potresti mettere in discussione l’acquisto di un passeggino optando invece per una fascia porta bebè o per un marsupio, ma un passeggino potrebbe comunque servire se il bimbo esce anche con qualcuno che non è la mamma o il papà, ad esempio i nonni o la baby sitter.

Oltre a suggerimenti pratici su cosa acquistare o evitare, però, il libro cerca soprattutto di trasmettere un approccio e un metodo, cioè di insegnare a riflettere prima di acquistare un oggetto che non va bene per il nostro bambino o che magari si rivela inutile perché abbiamo già in casa qualcosa che può funzionare bene allo scopo. Questa secondo me è la cosa più importante, cioè imparare ad affrontare ogni spesa in modo consapevole e con spirito critico, e capire cosa va meglio per il proprio bimbo e per la propria famiglia.

In conclusione, un libro molto bello da regalarsi e da regalare alle amiche in attesa: con pochi euro si impara a risparmiare davvero molto, evitando tante spese inutili!

Aggiornamento: Per chi ha bimbi più grandi, dello stesso autore è ora disponibile anche un nuovo libro: Bebè a costo zero crescono. Meno oggetti e più affetti per crescere felici dalla prima infanzia alle soglie dell’adolescenza.

Comments

Leave a Comment

Sono progetti di maneiro.co 2014 - 2018 | IT04145570265