Oggi ti propongo di fare un esperimento: non comprare nulla per una settimana intera, una specie di risparmio volontario.

Spero che non ti troverai mai nella situazione di doverlo fare per necessità e per più di una settimana.

In realtà, l’obiettivo della settimana di risparmio volontario non è risparmiare (anche se questo potrà essere un effetto) bensì capire che hai più cose di quelle che pensi e imparare ad arrangiarti con quello che hai.

Come mettere in pratica la settimana di risparmio volontario

Vuoi provarci anche tu? Ecco alcune idee su come fare!

Esamina la dispensa e il frigo

Probabilmente in frigo e in dispensa ci sono delle cose che non ricordi nemmeno di avere perché sono lì da troppo tempo e magari sono nascoste in fondo agli scaffali.

Approfitta della settimana del risparmio volontario per riordinare la dispensa e il frigo, butta le cose scadute e organizza i pasti della settimana in modo da smaltire quello che hai, dando la precedenza alle cose che scadono entro poco tempo.

Il vantaggio: frigo e dispensa finalmente ordinati!

Libera la creatività in cucina

Forse non hai in casa tutti gli ingredienti che vorresti o che ti servono per preparare i tuoi pasti abituali, quindi dovrai fare uno sforzo creativo per preparare qualcosa di buono a partire da quello che c’è.

Puoi pensare a qualche variante o a nuovi abbinamenti, oppure navigare alla ricerca di ispirazione e nuove ricette.

Il vantaggio: potresti scoprire qualche nuovo piatto che ti piace, oltre alle cose che mangi sempre.

Utilizza le cose di “seconda scelta”

Se durante la settimana ti trovi senza un prodotto che usi abitualmente, ad esempio lo shampoo o il bagnoschiuma, sforzati di trovare un’alternativa tra quello che hai già, ad esempio cerca tra i campioncini che non usi mai.

Se la “seconda scelta” ti piace così poco da non volerla usare nemmeno quando non hai alternative, beh allora perché la tieni ancora in casa? Approfitta della settimana del risparmio volontario anche per capire se hai cose che non userai mai e decidi di regalarle o buttarle.

Il vantaggio: smaltire le scorte di cose utilizzabili, eliminare il resto e liberare spazio, in pratica un modo in più per fare decluttering!

Aguzza l’ingegno

Se ti serve qualche oggetto che non hai in casa, fai uno sforzo per capire come potresti risolvere il problema utilizzando qualcosa che hai già.

Il vantaggio: evitare di comprare cose che ti potrebbero servire una volta sola.

Finita la settimana potrai ricominciare a comprare, forse con un atteggiamento diverso e pensando con più attenzione a quello che compri.