Press enter to see results or esc to cancel.

Come scegliere il Kakebo: confronto tra le 3 edizioni

Il kakebo è il libro giapponese dei conti di casa, una specie di agenda in cui segnare entrate e uscite per imparare a risparmiare e a gestire le proprie finanze.

Se non sai mai dove vanno a finire i tuoi soldi, fai fatica a mettere da parte qualcosa e vorresti iniziare a risparmiare per avere un fondo per le emergenze o per un progetto che ti sta a cuore, il kakebo può esserti davvero utile.

Su Comefarelecose ne abbiamo parlato già diverse volte, a partire dall’autunno 2014 quando è stata pubblicata la prima edizione in italiano, e gli abbiamo dedicato anche il sito Kakebo.it dove trovi tutte le info su come funziona e dove acquistarlo.

 

Da quest’anno il kakebo è disponibile in tre edizioni: quella della Vallardi, già al terzo anno, l’edizione Ultra con calendario perpetuo e l’ultima arrivata, quella della Giunti, anche questa con calendario perpetuo.

Che differenze ci sono tra le tre edizioni del kakebo?

Le sezioni base
Il kakebo è una specie di agenda e ci sono delle cose che devi fare a inizio del mese, durante il mese, a fine mese e a fine anno. In tutte e tre le edizioni sono presenti queste sezioni, quello che cambia è l’impostazione grafica e il livello di dettaglio: Kakebo Vallardi e Kakebo Giunti sono molto simili, quello Ultra è più essenziale.

All’inizio del mese pianifichi: definisci le entrate e le uscite previste e gli obiettivi del mese

Kakebo Vallardi
Pianifica Kakebo Vallardi

Kakebo Ultra

Kakebo Giunti

Durante il mese: ogni giorno registri le spese e a fine settimana fai le somme

Kakebo Vallardi
Kakebo Vallardi

Kakebo Ultra

Kakebo Giunti

Alla fine del mese: fai il bilancio mensile e rifletti su come è andata

Kakebo Vallardi
Bilancio Kakebo Vallardi

Kakebo Ultra

Kakebo Giunti

Alla fine dell’anno fai il bilancio complessivo

Kakebo Vallardi
Vallardi
Vallardi
Vallardi

Kakebo Ultra

Kakebo Giunti


 

Altre sezioni incluse
Nel Kakebo Vallardi c’è una sezione che si chiama “anticipate gli imprevisti”. in cui annotare le spese occasionali prevedibili, come ad esempio regali di compleanno, lavori da fare in casa, ecc. Alla fine trovi anche alcune pagine per le note.

Imprevisti

Nel Kakebo Giunti ci sono un paio di pagine all’inizio con alcuni consigli pratici su come organizzarsi, risparmiare e motivarsi, per arrivare a fine anno con un bilancio gratificante.

 

Date già scritte o calendario perpetuo
Il Kakebo Vallardi ha le date prestampate quindi lo puoi usare da gennaio a dicembre 2017. Il Kakebo Giunti e quello Ultra, invece, hanno il calendario perpetuo quindi dovrai compilare tu inserendo giorno e mese e puoi iniziare ad usarli in qualunque momento dell’anno senza sprecare pagine.

 

Formato
Il formato è molto simile ma il Kakebo Vallardi ha le pagine con grammatura inferiore e quindi è un po’ più sottile e più leggero.

 

Prezzo
Kakebo Vallardi e Kakebo Ultra costano 12,90 a prezzo pieno ma di solito su Amazon li trovi intorno agli 11 euro, mentre quello della Giunti costa 9,90 e su Amazon di solito lo trovi intorno agli 8,40 euro.

 

Quale Kakebo scegliere?
Bella domanda! C’è chi è affezionato a quello della Vallardi perché è stato il primo e ha il maialino che fa simpatia e chi invece preferisce uno stile più essenziale come quello Ultra, chi si trova bene con il calendario perpetuo e chi invece preferisce le date prestampate.

Tutti e tre svolgono bene il compito per cui sono stati pensati quindi il mio consiglio è di non perdere troppo tempo a scegliere ma prenderne uno e iniziare ad usarlo!

 

Ecco i link per acquistarlo online:

Comments

2 Comments

Enrico

Ottima recensione! Sai per caso se esiste anche in formato A4?

Lucia

Grazie Enrico! Le edizioni stampate in italiano sono solo queste tre, in A4 forse trovi in rete qualche kakebo gratuito da scaricare.


Leave a Comment

Sono progetti di maneiro.co 2014 - 2018 | IT04145570265