I soldi devo essere gestiti con intelligenza ed è anche necessario avere una visione globale delle cose senza perdere i dettagli, soprattutto quando si hanno una famiglia, dei bambini piccoli e un futuro tutto da creare.

Questa riflessione mi ha fatto capire che da solo non ero in grado di gestire certe cose e anche se non sono mai stato uno spendaccione e non ho vizi che mi facciano sprecare soldi, ho dovuto pensare a un mio metodo per migliorare le spese e gestire meglio i soldi.

Ecco come faccio

Gestisco tutte le spese, anche quelle più piccole in questo modo:

Piccole transazioni
Posso decidere da solo se farle o no, e posso permettermene al massimo una al giorno. Queste transazioni possono riguardare soltanto me, ma meglio se hanno un senso per tutta la famiglia.

Transazioni intermedie
In questo gruppo rientrano le spese al supermercato. Hanno un limite, posso decidere da solo quando sono appunto spese alimentari. Quando non sono spese alimentari, prima cerco di non farle e poi, se proprio ho voglia di spendere questi soldi chiedo a mia moglie: secondo te può essere utile o meglio se evitiamo? Hanno una soglia settimanale.

Spese importanti
Limite di una al mese. Viene subito inserita in una “sandbox”: per una settimana provo a pensare se questa cosa ha un valore oppure se si può farne a meno. Chiedo subito un consulto a Lucia e così anche lei ci pensa. Se dopo una settimana non si trova un’alternativa più economica, non si può fare a meno e tutti due siamo d’accordo, allora si fa.

Con questo metodo abbiamo salvato tanti soldi. Se vuoi provarlo dovrai assegnare degli importi per ogni tipo di transazione. Vuoi sapere i miei?

  • Fino a 20 euro per le piccole spese
  • Da 20 fino a 50 euro per quelle intermedie
  • E oltre i 50 euro per le spese importanti

Possono sembrare importi bassi ma è proprio dalle piccole cose che iniziano i grandi cambiamenti.