Press enter to see results or esc to cancel.

Come riordinare: le indicazioni del metodo Konmari

Il metodo Konmari è quello dell’ormai famoso libro Il magico potere del riordino di Marie Kondo. La prima parte del libro parla di decluttering e su questo secondo me non ci sono rivali, riesce davvero a far scattare la molla giusta per buttare le cose vecchie e inutili. Nella seconda parte, invece, si spiega come riordinare la casa una volta finito di buttare il superfluo.

Ecco come fare:

Decidi la collocazione di ogni cosa
È il famoso “ogni cosa a suo posto, un posto per ogni cosa”. È importantissimo assegnare un posto ad ogni cosa perché solo così sarà possibile mantenere l’ordine nel tempo ed evitare l’effetto boomerang. Bastano infatti un solo scaffale libero e qualche oggetto “senza fissa dimora” per ritrovarsi in breve tempo lo scaffale invaso dal disordine, che diventerà un esempio negativo per tutto il resto della casa! Al contrario, se ad ogni oggetto viene assegnato un posto, sarà possibile tenere in ordine senza sforzo.

Organizza gli spazi nel modo più semplice
Per organizzare nel modo più semplice possibile puoi seguire due regole:
– le cose che appartengono alla stessa categoria vanno nello stesso posto
– gli spazi dove riponi le cose non devono essere sparsi per tutta la casa

In questo modo sarà più facile avere tutto sott’occhio e ti accorgerai in fretta se stai accumulando di nuovo troppe cose.

Non accatastare le cose una sull’altra bensì mettile in verticale
Le cose vanno sistemate in verticale, per avere sempre tutto sott’occhio. In questo modo, inoltre, lo spazio a disposizione è meno rispetto ad accatastare le cose una sull’altra e quindi sarà più facile accorgerci se stiamo accumulando troppe cose.
Per imparare a piegare gli abiti in modo da poterli riporre in verticale puoi leggere Come piegare le magliette secondo il metodo Konmari.

Contenitori e divisori
Secondo il metodo Konmari non servono contenitori particolari, puoi sistemare praticamente tutto, in armadio, nei cassetti ma anche in bagno e in cucina, utilizzando le scatole da scarpe… Su questo punto proprio non sono d’accordo! Ok il riciclo e ok che in alcuni casi ci sta, ma, a parte l’aspetto igienico, la carta e il cartone attirano i pesciolini d’argento e non mi sembra il caso di rischiare di ritrovarseli nell’armadio e in giro per casa. Inoltre, senza abusare e riempirsi di scatole e scatoline inutili, acquistare i giusti contenitori, della misura adatta ai tuoi scopi e magari anche esteticamente carini, secondo me aiuta a ordinare e tenere in ordine.
Gli unici spunti che ho trovato interessanti sono:
– utilizzare i coperchi (magari però non delle scatole di scarpe…) come base nei ripiani della cucina, in cui riporre spezie e condimenti per evitare che la mensola si sporchi
– durante la fase di decluttering, tenere da parte scatole e scatoline carine per valutare se possono essere utili nel momento in cui si inizia il riordino

Mantieni libere le superfici del bagno e della cucina
Assegna un posto ad ogni cosa in modo che le superfici siano il più possibile libere, per poter pulire più in fretta ed evitare che disordine attiri dell’altro disordine.

Prenditi cura delle cose
Il consiglio in realtà è più estremo e prevede di ringraziare e mettere a riposare gli oggetti che ti hanno aiutato durante la giornata, come ad esempio la borsa e i vestiti! Cercando di non prendere l’indicazione alla lettera, se nella fase di decluttering sei riuscito ad eliminare quello che non ti piace più e non ti serve, è giusto ora cercare di curare al meglio gli oggetti che hai deciso di tenere, utilizzandoli e conservandoli nel modo corretto per evitare che si rovinino in fretta.

Per avere altre indicazioni sul metodo Konmari puoi acquistare Il magico potere del riordino su Amazon, in versione cartacea o digitale.

Comments

Leave a Comment

Sono progetti di maneiro.co 2014 - 2018 | IT04145570265