Cucinare può essere un piacere, alcuni lo trovano anche rilassante, ma diventa stressante quando te ne devi occupare sempre e per tutta la famiglia. Una o due volte al giorno devi farti venire in mente cosa cucinare, cercando di variare gli ingredienti per garantire una dieta varia e bilanciata.

Niente panico, ecco la soluzione: definire il menu settimanale!

Definire il menu settimanale: i vantaggi

La definizione di un menù settimanale per la tua famiglia ha diversi vantaggi:

  • Un pensiero in meno!
    Organizzando il menu settimanale non dovrai più chiederti: cosa preparo per cena? Abbiamo già tante altre cose da fare e da pensare, inclusi imprevisti e problemi vari
    Saprai sempre cosa cucinare e potrai metterti direttamente all’opera, con la certezza di preparare un pasto buono e apprezzato

  • Alimentazione corretta
    Pianificando in anticipo il menu settimanale potrai assicurarti di variare gli alimenti durante la settimana, evitando di mangiare sempre le stesse cose solo perché non hai avuto tempo di pensare.

  • Ottimizzazione della spesa
    Sapendo quali ricette dovrai preparare nel corso della settimana potrai organizzarti meglio con la spesa settimanale, eventualmente integrando con alimenti freschi di giorno in giorno. Avrai sempre in casa gli ingredienti che ti servono, senza dover improvvisare qualcosa con quello che hai a disposizione.

Come definire il menu settimanale

Online puoi trovare diversi menù già pronti ma poi dovrai adattarli ai tuoi gusti e alle tue esigenze, quindi la cosa migliore secondo me è creare un menù settimanale che sia adatto a te e alla tua famiglia.

Per definire il tuo menu settimanale puoi procedere così:

1) Stampa il template di Menù settimanale

Stampa il template di Menù settimanale che trovi a questo link.

Se vuoi una cosa esteticamente più carina e riutilizzabile, ti consiglio questa lavagnetta magnetica che trovi su Amazon, con impostati i giorni della settimana e lo spazio per la lista della spesa e le note.

b01incou6g

2) Definisci quanti e quali pasti devi preparare

Conta il numero di pasti che devi organizzare, in base alle esigenze della tua famiglia durante la settimana.

Ad esempio: sette colazioni (ogni giorno), due pranzi (solo durante il fine settimana) e sei cene (una cena fuori casa),

3) Fai la lista dei piatti che ti piace mangiare

Fai una lista di tutti i vostri piatti preferiti e delle cose che mangiate abitualmente, includendo tutte le possibili varianti (ad esempio, pasta con ragù, con sugo alle verdure, ecc.)

4) Sistema i piatti dentro alla griglia

Inserisci i piatti da preparare in ciascun giorno, prendendoli dalla lista che hai creato. Cerca di alternare i vari tipi di alimenti e considera anche il tempo che hai a disposizione per la preparazione nei diversi giorni.

Potresti anche organizzare i pranzi con qualche variante rispetto alla sera precedente, in modo da poter sfruttare qualcosa di già preparato e risparmiare un po’ di tempo (nel template puoi segnare queste note nel campo “per domani”).

Questa è la parte più impegnativa ma non sarà necessario pensare (e stampare!) 52 menù settimanali, potrai prepararne un po’ via via e poi alternarli.

Se fai fatica a creare il menù da zero potresti tenere nota di quello che mangi per una settimana e poi partire da lì per creare il tuo primo menù.

5) Prepara la lista della spesa

A questo punto, in base al menu che hai definito puoi preparare la lista della spesa.

Potresti anche organizzarti con una lista di cose a lunga conservazione che usi regolarmente, da avere sempre in casa (pasta, riso, farina, salsa di pomodoro, ecc.), integrandola con gli ingredienti freschi o che non usi molto e che ti servono solo quella settimana (pesce fresco, affettati ecc.).

Puoi dare un’occhiata anche al post su Come organizzare la lista della spesa, con un altro template da scaricare gratuitamente.

Ora tocca a te!

Ora che hai letto come fare il menu settimanale, non ti resta che provarci!

Se temi che un menù settimanale vero e proprio sia troppo rigido per le abitudini della tua famiglia puoi definire i pasti senza però legarli a un giorno in particolare. In questo modo potrai comunque ottimizzare la spesa ma avrai la libertà di decidere di giorno in giorno cosa mangiare e cucinare.

Se decidi di fare un menu flessibile, definendo i pasti ma senza assegnarli a un giorno della settimana in particolare, puoi usare dei piccoli post it da attaccare alle caselline dei diversi giorni, così nel caso potrai spostarli facilmente all’interno della griglia.